Dal 2 novembre capienza delle strutture al 100%. L'Ateneo approva le linee guida per riaprire in presenza

Quando: 
da Venerdì, Ottobre 29, 2021 a Giovedì, Giugno 2, 2022

 

L'attuale quadro epidemiologico consente l’erogazione, in presenza, di tutti i servizi al fine di garantire il più ampio “ritorno alla normalità” in condizioni di massima sicurezza. 

Il Senato Accademico nella seduta del 25/10/2021 ha recepito le Linee Guida Co.Re.Co. in merito alla riapertura a capienza massima, pertanto sono state definite le Linee Guida di Ateneo che saranno in vigore dal 2 novembre 2021.

Dal 2 novembre 2021, nella rigorosa osservanza delle prescrizioni in materia di “green pass” e dei dispositivi di protezione delle vie respiratorie, nonché di tutte le prescrizioni in materia di igiene e sicurezza volte a prevenire e ridurre il contagio, riprenderanno in presenza — con occupazione al 100% delle aule e di tutti gli altri spazi universitari  le seguenti attività:

  • la frequenza delle lezioni, dei lettorati e di tutte le altre attività formative e curriculari;
  • le attività di laboratorio didattiche e di ricerca;
  • la frequenza dei dottorati di ricerca;
  • le attività di tirocinio volte allo sviluppo di prototipi o sistemi sperimentali;
  • i progetti speciali di didattica innovativa e multidisciplinare o progettuali;
  • i tirocini e stage interni o esterni agli Atenei;
  • le attività formative ed esperienziali dei corsi di perfezionamento e master;
  • i servizi bibliotecari;
  • l’accesso alle sale studio;
  • il ricevimento studenti;
  • gli esami scritti e orali;
  • gli esami di laurea e le relative proclamazioni;
  • gli esami di specializzazione di area medica;
  • ogni ulteriore attività didattica.

Per l’accesso alle strutture è necessaria la prenotazione del posto mediante l’app Upofrequency.

Fino al 30 novembre 2021 l’Ateneo garantirà l’erogazione della didattica, tramite diretta streaming, a coloro che non riusciranno a frequentare in presenza. Dal 1° dicembre 2021 l’erogazione della didattica avverrà esclusivamente in presenza.

A beneficio degli studenti che si trovano in una situazione di fragilità certificata[1], positività al covid, quarantena e che pertanto non riescano a partecipare alle attività didattiche o curriculari in presenza, è assicurata la salvaguardia della continuità didattica delle lezioni tramite diretta streaming, attraverso la tecnologia Google Meet o Zoom.

Questi studenti, dovranno comunicare la propria condizione compilando un apposito form che sarà reso disponibile. L’Ufficio Servizio agli Studenti inoltrerà ai docenti gli elenchi degli studenti ammessi alla diretta streaming.

Per l’eventuale svolgimento degli esami in remoto da parte di studenti con fragilità certificata, rimane la possibilità di presentare richiesta inviando una mail all’indirizzo servizi.studenti@uniupo.it

 

[1] Come indicato nel Decreto Rettorale n. 1014 del 26 agosto 2020, sono considerati studenti fragili:

- gli studenti in possesso del riconoscimento di disabilità con connotazione di gravità ai sensi dell’articolo 3, comma 3, della legge 5 febbraio 1992, n. 104;

- gli studenti in possesso di certificazione rilasciata dai competenti organi medico-legali, attestante una condizione di rischio derivante da immunodepressione o da esiti da patologie oncologiche o dallo svolgimento di relative terapie salvavita, ai sensi dell’articolo 3, comma 1, della legge 5 febbraio 1992, n. 104;

- gli studenti che presentano situazioni di fragilità certificate in forma scritta e documentata da parte del medico del distretto sanitario del luogo di residenza o da parte del medico competente di Ateneo per i dottorandi e gli studenti che frequentano i laboratori.

Ultimo aggiornamento: 30/11/2021 - 15:09