ATTENZIONE: AVVISO PER LAUREANDI

Se stai per laurearti nella sessione autunnale o straordinaria dell’a.a. 2020/2021, non sei tenuto a rinnovare l’iscrizione per l’a.a. 2021/2022, perciò non devi pagare la 1a rata della contribuzione studentesca (Pagina 23, Manifesto della contribuzione studentesca)

 Nel caso in cui non riuscissi a laurearti entro il mese di aprile 2022, termine ultimo per laurearsi entro l’a.a. 2020/2021, dovrai necessariamente rinnovare la tua iscrizione e ti verranno addebitati i contributi dell’intero anno accademico, con l’aggiunta di una mora del valore di € 100 dovuta all’iscrizione tardiva. In questo caso, per evitare di essere inserito nella fascia massima di contribuzione, ti invitiamo a richiedere comunque l'attestazione ISEE valida per l’anno 2021, per far sì che i tuoi contributi vengano calcolati sulla base della stessa (rimane invariato l’importo della mora).

Nel caso in cui non fossi così sicuro di riuscire a laurearti entro la sessione straordinaria (aprile 2022), puoi pagare normalmente le tasse. In questo caso se riuscirai a laurearti ad aprile le tasse ti vengono rimborsate (ad eccezione dei 16 euro di bollo e dei 10 euro di tasse fisse), se invece non ce la farai sarai già iscritto e ti eviterai il pagamento della mora.

Perciò, se non sai ancora con precisione quando terminerai gli studi, valuta attentamente la tua situazione e considera tutte queste informazioni per decidere cosa è meglio fare nel tuo caso specifico. La Segreteria studenti rimane a disposizione per ulteriori chiarimenti.

 

Ultimo aggiornamento: 13/10/2021 - 08:54